Ancora pochi testamenti in Italia: i dati del Registro Generale dei Testamenti del Ministero della Giustizia.

di | 17/10/2019

A

In Italia nel 2017 su un totale di 615.261 decessi sono stati pubblicati 80.755 testamenti pari al 13,13%. La pubblicazione del testamento è il procedimento a cura del notaio, a seguito del quale il testamento olografo e quello segreto diventano eseguibili: in pratica più̀ di una successione mortiscausa ogni sette avviene con testamento. Nel nostro paese lo strumento preferito per disporre del proprio patrimonio resta il testamento olografo, ovvero il testamento redatto di proprio pugno dal testatore. Il testamento olografo non è soggetto all’obbligo di iscrizione al Registro Generale dei Testamenti, tranne il caso in cui venga formalmente depositato presso un notaio.  Se non è formalmente depositato presso un notaio, il testamento olografo può essere consegnato ad una persona di fiducia, anche l’avvocato, affinché lo custodisca e lo porti dal notaio per la pubblicazione al momento della notizia del decesso. La percentuale di individui che decidono diredigere un testamento è ancora abbastanza bassa in Italia. Rispetto alla media nazionale del 13,13% al sud e nelle isole l’incidenza è leggermente maggiore (14%) mentre si evidenzia un calo significativo al centro dove solo il 11% dei decessi è coperto da un testamento. Il nord Italia (13,41%) è in linea con la media nazionale.

http://www.avvocatorosadecaria.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *