Nel divorzio, se sopravviene la morte del coniuge, cessa la materia del contendere.

di | 19/12/2019

La cassazione con l’ordinanza n. 31358 del 02-12-2019 ribadisce che, nel giudizio di divorzio, la morte sopravvenuta del coniuge determina la cessazione della materia del contendere sia in relazione al rapporto coniugale che a tutti i profili economici connessi.  L’evento morte, infatti, sortisce l’effetto di travolgere ogni pronuncia in precedenza emessa e non ancora passata in […]

La sottrazione di Testamento quale causa di esclusione dalla successione ereditaria.

di | 14/12/2019

La sottrazione di testamento è causa di indegnità a succedere e dunque di esclusione dalla successione ereditaria del testatore.  Nel giudizio promosso per far dichiarare l’indegnità a succedere di colui che ha sottratto il testamento, incombe su chi incardina il giudizio, la prova del fatto della sottrazione volontaria e del verosimile carattere testamentario del documento sottratto. […]

Moglie ricca niente maxi-assegno all’ex-marito.

di | 12/12/2019

Con l’ordinanza n. 26084 del 15 ottobre 2019, la Suprema Corte conferma il nuovo indirizzo in merito al calcolo dell’assegno di mantenimento in caso di separazione, che esclude l’utilizzo del criterio del tenore di vita come per l’assegno divorzile e chiarisce che il concetto di irreversibilità della crisi coniugale, ai fini della separazione personale dei coniugi, resta […]

Il Giudice può disporre l’affidamento esclusivo del minore ad un solo genitore se è provato che l’altro se ne disinteressa , si è allontanato trasferendosi in altra regione è scarsamente partecipe alle scelta di vita del figlio e non versa l’assegno di mantenimento.

di | 05/12/2019

La questione dell’affidamento della prole è rimessa alla valutazione discrezionale del giudice di merito, il quale deve avere come parametro di riferimento l’interesse del minore e, ove dia sufficientemente conto delle ragioni della decisione adottata, esprime un apprezzamento di fatto non suscettibile di censura in sede di legittimità  Così motivando la Suprema Corte con l’ordinanza […]

Chi afferma la validità̀ del testamento redatto dall’incapace naturale deve provare la sua stesura in un momento di lucido intervallo. 

di | 28/11/2019

La Corte di Cassazione, sezione II civile, con l’ordinanza n. 26873 del 22 ottobre 2019 ha stabilito che “in tema di incapacità di testare a causa di incapacità di intendere e di volere al momento della redazione del testamento, il giudice del merito può trarre la prova dell’incapacità del testatore dalle sue condizioni mentali, anteriori o posteriori, sulla […]

L’importanza dei nonni nella valutazione dell’affidamento temporaneo dei minori

di | 27/11/2019

La Corte di Cassazione con la sentenza n. 28257 del 4 novembre 2019 in materia di affido anche temporaneo del minore ribadisce che il giudizio e l’eventuale istruttoria che il giudice di merito deve svolgere in ordine alla valutazione dell’adeguatezza del familiare prescelto quale affidatario temporaneo a salvaguardare lo sviluppo psico-fisico del minore stesso, deve […]

Google acquisisce Fitbit: come tutelare la Privacy?

di | 26/11/2019

Se l’acquisizione passasse il vaglio dell’Antitrust, Google avrà accesso ai dati personali, alcuni dei quali molto intimi, degli utilizzatori dei dispositivi indossabili per il tracciamento di attività FitBitche raccolgono tra i vari dati il numero di passi fatti al giorno, il ciclo di respirazione, la qualità e quantità del sonno, i cicli mestruali. Nei comunicati stampa […]

Il diritto di abitazione del convivente more uxorio superstite e la dichiarazione di successione.

di | 16/11/2019

In caso di decesso il diritto di abitazione del convivente superstite non può essere indicato nella dichiarazione di successione del defunto. È quanto chiarito dall’Agenzia delle Entrate nellarisposta all’Interpello n. 463 del 2019 volta a determinare l’applicazione dell’imposta di successione. Nel chiarimento l’Agenzia delle Entrate fa espresso riferimento alla sentenza n.10377 del 27 aprile 2017 […]

È possibile nominare come proprio erede il cane o il gatto?

di | 14/11/2019

Molti proprietari di animali domestici, soprattutto gli anziani, spesso si pongono la preoccupazione della sorte dell’animale cui sono tanto legati, nel momento in cui non ci saranno più. Al punto che alcuni si chiedono se per tutelare l’animale domestico sia o meno possibile nominarlo come erede nel proprio testamento. La risposta è negativa; ogni disposizione in tal senso sarebbe, infatti, invalida. […]